LIBERALBLOG

花は桜木人は武士

Categoria: Etica Politica

Ri-Evoluzione italiana.

I baroni  continuano con le menzogne e continuano a rubare. Continuano a giocare con la pelle del popolo, introducono nuove tasse e aumentano le spese del loro castello pieno di decoro e cultura, come dicono gli stessi baroni. Ma il popolo è allo stremo, muore di fame, di sete, di caldo, di freddo, insomma muore e basta e così il popolo incomincia ad armarsi e si avvicina piano piano alle mura del castello dei baroni. Hanno bastoni, hanno spranghe di ferro, ma hanno soprattutto rabbia, molta rabbia non per la loro sofferenza ma per quella della loro famiglia, delle loro donne e dei loro figli. Fino a quando in mezzo a tutto quella orda di persone in cerca di giustizia e libertà, saltò fuori un giovane nobile di una stirpe decaduta. Dotato di intelligenza, di cultura, di addestramento militare e amato da quel popolo affamato. Quel giovane nobile trasformerà un popolo ridotto alla disperazione, da semplici contadini a guerrieri, liberando così loro e il castello dai tiranni.

Trascrizione più o meno fedele di un antico documento dell’Inghilterra nel tardo MedioEvo. Ma facilmente adattabile alla situazione attuale dell’Italia repubblicana.

Il presidente spendaccione.

Con una semplice firma, in pochi secondi, il presidente Napolitano ci ha regalato quattro parassiti in più.  Ha così deciso di aumentare la spesa pubblica, nominando quattro nuovi senatori a vita. Così il governo avrà un motivo in più per aumentare ad ottobre l’aliquota IVA.

Congratulazioni e figli golpisti.

L’Occidente democratico, il mondo libero, la civiltà superiore a tutti, si congratula per il colpo di stato militare in Egitto, riuscendo pure a coniare un termine alquanto suggestivo: “golpe del popolo”. Congratulazioni, ce ne ricorderemo quando dalle nostre parti il popolo scenderà in piazza e le forze armate staranno dalla parte loro e non delle istituzioni politiche, democraticamente elette con libere elezioni.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 35 follower